Articoli

Risveglia la Guerriera interiore

14 gennaio 2018

Voglio raccontarti questo stranissimo sogno che ho fatto un paio di settimane fa, quasi alla fine del 2017, strano vero?

Sembrava, e comincio a comprenderne il significato ora, che mi stesse preannunciando qualcosa che sarebbe accaduto dentro di me, quindi di conseguenza fuori, nel mio prossimo futuro.

Ero in un insieme di strade che si intrecciavano, piene gremite di persone, insieme alle persone alle quali tengo di più, tra famiglia e amici.

Stavamo andando in una direzione, a un certo punto ci siamo persi di vista, e io sentivo un’urgenza di proseguire nella direzione che mi era stata indicata, solo che non volevo perdere le persone con le quali ero presente in quelle strade.

E a un certo punto, l’urgenza si è fatta impetuosa, imminente, come se ne andasse della mia stessa vita e invece di perdere ancora tempo a cercare le persone che amavo di più, ho cominciato ad andare nella direzione da sola. E correvo talmente forte che ho cominciato a volare per raggiungere la meta.

Ora, vero che i sogni raccontati così per molti non hanno alcun significato, ma per me ne sta emergendo il significato in questi giorni di profonda riflessione e trasformazione.

Il nuovo anno è cominciato con i fuochi d’artificio e sembra essere davvero tagliente, profondo, intenso, impetuoso, forte, magnetico, come se ci fosse qualcuno da dietro che costantemente ti spinge in avanti a non fermarti mai, a continuare ad andare nella direzione dei tuoi sogni, nella direzione del volere della tua anima.

Lungo il viaggio, dovrai accettare di perdere qualcuno per strada, di lasciar indietro persone che scelgono di prendere altri sentieri, di chiudere situazioni appese da troppo tempo.

Se non lasci andare i pesi, non potrai volare.

Ti confronti con la paura di rimanere da sola, con la paura di essere abbandonata da tutti, con i mille dubbi della mente, ma dentro di te, dentro di te nella parte più profonda si è risvegliata la guerriera interiore, nella parte più rifonda un ruggito che vuole essere udito, che vuole essere ascoltato, quella parte che è stanca di non essere ascoltata, di essere evitata e messa da parte.

Ora basta, ora quella parte deve essere liberata, quella parte deve essere lasciata emergere, quella parte deve prendere possesso di te perché TU SEI QUELLA PARTE, tu sei quel nucleo più profondo, tu sei la tua essenza, tu sei il tuo spirito.

Basta identificarti continuamente nei tuoi pensieri e nelle tue condizioni di vita.

Non conoscere profondamente la tua natura, essere sconnessa dalla tua femminilità, essere disconnessa dal tuo potere interiore ti continua a portare costante sofferenza e dolore, vittimismo, apparente appagamento nascosto dal “va tutto bene” quando invece se fossi onesta e sincera con te stessa, ammetteresti l’agonia che stai vivendo.

Non sarai mai completamente integra e indipendente fino a quando non ti accetterai e amerai completamente per ciò che sei, in tutte le tue sfumature, e se non ti conosci, sai già cosa accade.

Sii coraggiosa e abbi fede nella vita, ricollegati alla tua essenza femminile, connettiti a madre terra e affidati a te stessa.

Ti Amo

Commenti Facebook

You Might Also Like

Non ci sono commenti

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: